Cambia vita, prenditi cura di te! - Un corretto stile di vita può salvarti la vita
 
Stai leggendo il giornale digitale di "F.MASCI" su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

"F.MASCI" Attualità 09/02 09/02

Cambia vita, prenditi cura di te!

Un corretto stile di vita può salvarti la vita

"I giovani devono essere maggiormente informati e istruiti a prendersi cura della loro salute". Questo l'appello disperato di Martina, una giovane donna morta di cancro al seno che voleva lottare "contro i tumori con la cultura". Questo "motto" è anche la base del progetto Martina a lei dedicato per informare i giovani e far in modo che essi, con le informazioni ricevute, abbiano  gli strumenti per aver cura della loro vita ed evitare i tumori.

 

Realtà crudele e sempre presente, i tumori devastano ogni giorno la vita di milioni di persone, ma con l'aiuto della medicina e delle nuove scoperte si può ridurre del 30-50% il rischio di contrarne uno. Riportando i consigli del dottor Contini, "a tavola inizia la prevenzione: poche carni rosse, molta frutta e verdura, in linea con la piramide alimentare mediterranea". immagine 1

I cereali sono la base dell'alimentazione mediterranea (sotto forma di riso o pasta, ma anche di grano, orzo e farro che, negli ultimi anni, vengono impiegati per insalate fredde o varianti del classico risotto).  La mattina è possibile consumare i cereali sotto forma di corn flakes o analoghi, oppure di torte o biscotti integrali o di porridge di avena. Metà dell'apporto giornaliero in carboidrati deve essere composto da cereali non raffinati (integrali).  Le fibre sono anche utili nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, perché limitano l'assorbimento del colesterolo nell'intestino. È importante aumentare l'apporto di vegetali in generale, sia crudi sia cotti, ma anche sotto forma di succhi e di centrifugati. I vegetali sono organizzati in base ai nutrienti che contengono, da dividere in cinque porzioni giornaliere. Per la frutta vale lo stesso discorso fatto per la verdura: nel complesso, bisogna consumarne circa due-tre porzioni al giorno, considerando che le altre due porzioni di vegetali vengono coperte dalle  verdure.  È praticamente impossibile cucinare senza grassi, ma è importante scegliere quelli  giusti.  L'olio extravergine d'oliva è, in assoluto, il grasso più sano, sebbene  per la frittura si possa ricorrere anche ad olii vegetali che reggono bene le alte temperature, come l'olio di arachidi.  Da evitare il burro e i grassi solidi come la margarina, che contengono grandi quantità di acidi grassi saturi o trans, che tendono ad aumentare i livelli di colesterlo "cattivo" nel sangue. Per una dieta equilibrata può essere utile scegliere un latte parzialmente scremato e formaggi magri che, a parità di apporto di calcio, sono meno grassi e meno calorici. Da non dimenticare le proteine: carne e pollame vanno scelti nei tagli meno grassi. Non sempre lo stesso discorso vale per il pesce, per il quale è bene alternare carni magre (pesce azzuro) e carni grasse (come il salmone), che contengono una quantità più elevata di acidi grassi omega 3, protettivi nei confronti di diversi tipi di tumore e delle malattie cardiovascolari. 

immagine 2Molto, però, dipende anche dai propri vizi, quali alcol e fumo.  Diversi studi hanno evidenziato che il rischio di sviluppare forme tumorali non si somma, ma si moltiplica: il rischio diventa quasi 10 volte più alto. Anche il nostro caro amato sole può favorire l'insorgenza di forme tumorali. Bilanciare rischi e benefici derivanti dal sole è possibile. Lo si può fare scegliendo con buon senso tempi e modi di esposizione e proteggendosi in modo adeguato, tenendo conto anche dell'età e del fototipo di ciascuno. L'esposizione ai raggi solari ha diversi effetti positivi sull'organismo: stimola, infatti, la produzione della vitamina D e ha un effetto benefico sull'umore. I raggi ultravioletti, però, possono causare danni ai nostri occhi e alla nostra pelle, favorendo l'insorgenza di tumori cutanei. Se a sane abitudini alimentari, ad una buona colazione e allo sport aggiungiamo un po' di amor proprio, potremo rispondere all'appello di Martina e non lasciare che un "mostro aggressivo" rovini le nostre vite. Conoscenza è potere, è salute.

di Gloria Lufrano


Parole chiave:

scuolalocale , scuolalocale.it

Condividi questo articolo





edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

lightbulb_outline

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stata inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi